Come forzare il sito con WWW o senza WWW con .htaccess

www-bob-cailliau

Il file .htaccess contiene istruzioni che vengono interpretate dal Web server Apache per modificare il comportamento del sito a cui vengono applicate senza dover toccare la configurazione di Apache stesso.
In particolare, è possibile decidere se far apparire il proprio sito “con il www o senza il www” davanti al dominio, per intenderci www.esempio.it o esempio.it, cossicché digitando esempio.it si viene reindirizzati a www.esempio.it (se si forza il sito con www) oppure, se si forza il sito senza www, se si digita www.esempio.it si viene reindirizzati a esempio.it.

Il file .htaccess (il punto davanti al nome indica che è un file nascosto: abilitate la visualizzazione dei file nascosti nell’FTP client che usate abitualmente, ad esempio FileZilla o WinSCP) è solitamente contenuto nella root del sito -ha effetto sulla cartella in cui è posizionato e nelle sottocartelle e relativi file presenti-, potete editarlo con un text editor come Blocco Note o Notepad++.

Forzare il sito con www
Aggiungete questo codice al file .htaccess:

RewriteEngine on
RewriteCond %{HTTP_HOST} ^example\.com [NC]
RewriteRule ^(.*)$ http://www.example.com/$1 [L,R=301,NC]

Forzare il sito senza www
Aggiungete questo codice al file .htaccess:

RewriteEngine on
RewriteCond %{HTTP_HOST} ^www\.example\.com [NC]
RewriteRule ^(.*)$ http://example.com/$1 [L,R=301]

 

Vi ricordiamo che dovete avere mod_rewrite abilitato nella configurazione di Apache, rivolgetevi al vostro provider se usate un piano di Web hosting o abilitatelo in autonomia se usate una VPS o un Cloud Server.
mod_rewrite è abilitato nel piano di Web hosting Linux di CoreTech.