Il server Ftp è pronto per il futuro

ftp

Da Enterprise Distributed Technologies un prodotto potente e sofisticato che offre la comodità del cloud con tutti i vantaggi di una soluzione on premises.

Articolo di Filippo Moriggia

Nell’epoca del cloud la riscoperta della sicurezza passa proprio attraverso la ricerca di un sistema di condivisione file sicuro, che rispetti le norme e permetta la connessione fuori dalle mura ad agenti, clienti e collaboratori, senza perdere la semplicità di utilizzo di altri sistemi a cui ci siamo ormai abituati.

server

Non ci sono limiti: CompleteFtp supporta moltissimi protocolli differenti, dall’Ftp standard fino all’Ssh.

CompleteFtp di Enterprise Distributed Technologies è un prodotto allo stesso tempo tradizionale ed estremamente innovativo. Tradizionale perché permette di svolgere una funzionalità fondamentale, ma certamente non nuova: il server Ftp. In particolare CompleteFtp supporta oltre al tradizionale e poco sicuro protocollo Ftp anche i protocolli Ftps (Ftp su Ssl), Sftp (Ftp su Ssh) e Scp.

Permette anche la connessione in modalità Http e Https tramite una originale e pratica interfaccia Web che consente sia di sfogliare i documenti e scaricarli, sia di caricarne di altri. Innovativo perché offre moltissime funzionalità avanzate per l’allestimento di un server Ftp, tra cui il Clustering, un sofisticato sistema di amministrazione e monitoraggio e una gestione particolarmente curata dei permessi. Innovativo soprattutto per l’implementazione di una funzionalità quanto mai semplice ma utilissima per rendere più intuitiva e semplice la condivisione: CompleteBox.

Completebox

Condividere i file con semplicità, senza usare servizi di cloud di fornitori esterni.

Questa funzionalità è basata su un piccolo client che permette di semplificare l’invio di file ad altre persone sfruttando le potenzialità di CompleteFtp. La condivisione diviene così quanto mai immediata e semplice – l’invio di un Url – come avviene con molti dei più blasonati sistemi sharing basati sul cloud; il tutto però senza rinunciare alla sicurezza più totale e all’uso di un sistema on premises – entro le mura – perfettamente sotto il controllo dell’azienda. CompleteFtp può girare su qualsiasi sistema Windows da XP a 8 per quel che riguarda la piattaforma desktop, da Server 2003 a Server 2012 per la piattaforma server. Sono supportate sia le versioni a 32 sia quelle a 64 bit del sistema operativo Microsoft, oltre ai sistemi cloud Windows Azure e Amazon EC2 (Elastic Compute Cloud).

La sua interfaccia grafica di amministrazione è basata su un client per Windows che può essere installato anche su un computer differente da quello su cui gira il server. Tramite una singola istanza del pannello si possono anzi amministrare più server contemporaneamente, per tenere sotto controllo anche un’infrastruttura particolarmente complessa.

Folder

Dall’interfaccia di amministrazione si possono definire con facilità i permessi di ogni cartella.

L’uso dell’interfaccia non richiede particolari competenze ma soddisfa anzi sia gli utenti più avanzati sia quelli alle prime armi. Tutte le opzioni sono ben esposte e documentate e le schede a disposizione permettono di accedere facilmente a tutte le funzionalità dell’infrastruttura: Servers, Sites, Users, Folders, Groups, Events, Extensions, Monitoring e Licensing. Il software supporta la gestione di un elenco di utenti separato rispetto a quello di Windows ma può anche integrarsi con il sistema operativo Microsoft utilizzando gli utenti locali o quelli di un sistema Active Directory. Per ogni utente si possono selezionare i protocolli disponibili (Ftp, Ftps, Sftp, Scp, Ssh terminal, Ssh forwarding, Http e Https), si possono attivare o disattivare le funzionalità di file sharing e si può cambiare la home folder. Una sezione particolarmente importante è poi quella dedicata agli eventi: il software può

trigger

Include un sofisticato sistema di notifica

gestiredirettamente l’esecuzione di attività specifiche o l’invio di notifiche in base a qualsiasi trigger impostato in precedenza. Ad esempio ogni volta che viene caricato un file si può inviare una notifica all’amministratore o si può attivare una scansione antivirus o un software o un file batch specifico. Un altro punto di forza del programma è la possibilità di sviluppare delle estensioni basate sul linguaggio .NET da integrare direttamente nel programma. Su un programma Ftp così completo non possono poi mancare le necessarie funzioni di monitoring del sistema. La scheda dedicata permette di tenere sotto controllo le prestazioni, di valutare il numero massimo di connessioni e di verificare quanti e quali utenti sono stati bannati in base alla configurazione del software.

monitoring

La scheda monitoring permette di tenere traccia delle performance del server e di tutte le connessioni in corso.

CompleteFtp è disponibile in tre edizioni differenti. La Standard offre solo le funzionalità base (Sftp, Ftp/Ftps, utenti Windows/non Windows illimitati), mentre serve almeno la Professional per poter usufruire dell’interfaccia Web su Http e Https, di Scp, delle notifiche e-mail e dei trigger. Anche l’integrazione coi domini Windows, la gestione di quote, l’accesso via terminale Ssh, la gestione avanzata dei permessi e la condivisione tramite CompleteBox richiedono la versione Professional, mentre la ben più costosa versione Enterprise è pensata per chi vuole allestire una infrastruttura con più siti o vuole usare le funzionalità di clustering. Anche per la creazione di estensioni personalizzate è necessaria l’edizione Enterprise.

CompleteFtp

Produttore: Enterprise Distributed Technologies
Distributore: Coretech Srl
Prezzi: Standard euro 189 Iva esclusa, Professional 339 euro Iva esclusa, Enterprise 759 euro Iva esclusa. CompleteBox deve essere acquistato a parte solo per gli utenti che ne fanno uso, prezzi a partire da 129 euro + Iva per 5 utenti.

PRO:
> Server Ftp potente e moderno
> Ampia dotazione di protocolli
> Interfaccia di amministrazione ricca e completa
> Funzionalità multisite e di clustering
> Possibilità di trigger automatico di eventi e notifiche automatiche
CONTRO:
> L’integrazione con Active Directory richiede la versione Enterprise

 

Filippo Moriggia Scrive per PC Professionale, la rivista di informatica del gruppo Mondadori, dal 2004. E’ laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni e svolge attività di libero professionista come consulente presso aziende e studi professionali. Si occupa in particolare di software, virtualizzazione, reti e sicurezza. E’ VMware VCA for Data Center Virtualization.